ami tech

Realtà Aumentata, Modelli 3D, Scan tridimensionali, Applicazioni per Smartphone e Tablet, questi gli ingredienti che compongono AmiTech, l’insieme delle soluzioni tecnologiche più avanzate che il Progetto AMI ha messo a disposizione dell’utente, del suo divertimento e della sua conoscenza.

AMI AR Museo Filangieri

AmiAR è un’Applicazione per mobile, disponibile su Android e su IOS, che consente al visitatore, grazie alla Realtà Aumentata e alla Grafica 3D, di vivere da protagonista una caccia al tesoro ambientata in una location museale. L’idea nasce dall’esigenza di dare all’utente la possibilità di scoprire in modo innovativo la location e apprendere contenuti in modo divertente grazie al gioco. Il fruitore, infatti, potrà immergersi all’interno dell’esperienza risolvendo enigmi le cui soluzioni saranno opere presenti all’interno della location prescelta, da inquadrare con la fotocamera per poter fruire di contenuti aggiuntivi in AR. Dopo aver scaricato l’applicazione sul proprio device il fruitore potrà scegliere il suo profilo tra i quattro presenti (bambino, adolescente, adulto o esperto): la difficoltà degli enigmi e il lessico dell’esperienza sono stati sviluppati e differenziati secondo i modelli di profilazione.

In particolare, con l’App AMIAR sono state sviluppate due esperienze di gioco: una basata sul dimostratore “Museo Civico Gaetano Filangieri”, dal titolo “Il sogno del Principe di Satriano”, e l’altra dedicata al dimostratore “Fondazione Circolo Artistico Politecnico”, dal titolo “Alla ricerca di Myriam”.

5

AMI Filangieri Smart Museum

Un museo ancora da scoprire. Anno 1888 Gaetano Filangieri, principe di Satriano, dona alla sua amata città un Museo Civico. Nonostante la grande operazione, nel corso dei due secoli successivi, una serie di sventure e di cattive gestioni, non hanno permesso al sogno di Filangieri di continuare. Negli anni 2000 una grande operazione di valorizzazione è stata messa in atto, con la riapertura al pubblico. Oggi tale valorizzazione continua, lo fa con le più moderne tecnologie, grazie al progetto AMI. Si vuole promuovere tale museo offrendo al visitatore di conoscere le opere attraverso un’App IoT, che sia in grado di essere uno strumento per il visitatore per entrare nel museo e scoprire le opere attraverso una fruizione intelligente.
Scaricando l’App, l’utente, che decide di visitare il Filangieri, mette in comunicazione il proprio dispositivo con una serie di beacon (preventivamente disposti all’interno delle sale). Questi sono piccoli emettitori in grado di essere intercettare, tramite sistema bluetooth, da smartphone e da tablet degli utenti, che vengono messi in contatto con l’opera.
Attraverso il concetto di prossimità, l’utente può decidere di ascoltare la storia dell’opera e proseguire con tutte quelle che appartengono a un determinato percorso. I due percorsi prescelti sono: I pezzi forti del Museo e Famiglia Filangieri. Le schede sono in multilingua e multimediali, per accedervi si seleziona il profilo utente preferito (si sceglie tra bambino, teenager, adulto ed esperto) si vedono gallerie fotografiche, si ha la possibilità di seguire la storia ascoltando il racconto da una voce professionista.

unnamed

AMI Morra De Sanctis

A Morra De Sanctis, è presente un piccolo, ma prezioso museo. Qui si conservano i reperti provenienti dagli scavi condotti nel territorio sul finire degli ultimi decenni del Novecento. Alcuni oggetti sono di grande valore perché rari e molto ben conservati. Per promuovere tale luogo, e far conoscere gli oggetti più importanti della collezione, è stata realizzata un’app in IoT, per avvicinare non soltanto il pubblico di esperti, ma intere categorie, in particolari teenager e bambini, più avvezzi all’utilizzo delle moderne tecnologie. Scaricando l’App, gli utenti avranno modo di seguire un percorso di visita, in grado di raccontare la storia dei reperti a seconda delle diverse profilazioni utenti.

AMI AR Museo Filangieri

AMI AR Museo Filangieri

Le opere della Sala Agata potranno essere viste in realtà aumentata. Come? Scaricando la nostra app, l’utente potrà inquadrare con il proprio smartphone o tablet ogni dipinto della Sala e visualizzare la didascalia, leggere la scheda catalografica, ascoltare gli audio da una voce professionista, vedere i particolari delle opere ingrandendo le fotografie all’interno della galleria fotografica.

Realtà virtuale

Realtà virtuale

Una nuova tecnologia per rendere la visita museale davvero un’esperienza completa, un’esperienza a 360°… Ebbene sì, indossando il visore, l’utente, anche da remoto, viene immerso nei dimostratori, e può visitare le sale da vicino, i dipinti e le sculture, aprire le schede di catalogazione fissando lo sguardo su appositi punti informativi, e non solo! Entrando virtualmente nel salone Comencini del Circolo Artistico, l’utente, ha davanti a sè tutti i dipinti che, nella realtà fanno da sovrapporte, può guardarli da vicino e leggere schede di approfondimento in base al profilo utente e la lingua prescelta. Nella Sala Agata del Museo Filangieri, ponendosi davanti ai dipinti Veduta di Chiaia e Veduta di Napoli dal mare, l’utente entra all’interno del quadro e da lì, entra in una finestra e ci si ritrova immersi nella Napoli di oggi!
Un approfondimento speciale, poi, è stato dato alla volta del soffitto all’ingresso del Filangieri.
Realizzata su commissione di Gaetano Filangieri, migliaia di tessere in mosaico in oro, sono state unite insieme e su di esse sono stati apposti i nomi della dinastia della famiglia Filangieri. Indossando il visore e puntando lo sguardo verso la volta della sala Filangieri all’interno dello spazio virtuale, i mosaici diventano più vicini e si mostrano antiche stampe litografiche dei personaggi della famiglia, così l’utente può leggere i nomi sulla volta e affidargli un volto.

Anche Morra De Sanctis e Torella dei Lombardi possono essere fruite mediante l’applicavito che ne fornisce una breve panoramica.

Tutte le acquisizioni sono state effettuate con tecniche di fotogrammetria e laser scanner.

Tavolo interattivo

Applicazione interattiva touchscreen

La valorizzazione del Museo avviene anche attraverso modalità di gioco! Piccoli mini games nati per favorire il pubblico dei più piccoli, e perché no, anche dei più grandi, verso la collezione museale, un modo più innovativo per far conoscere la storia delle opere, da sperimentare in loco.

Il museo avrà la possibilità di disporre di un applicativo per tavolo interattivo e mostrare ai visitatori che arrivano schede di approfondimento sulle opere, senza aver bisogno di smartphone e tablet.

LOGHI 3D

È possibile visualizzare il logo del Filangieri e quello del Circolo in formato 3D

MUSEO GAETANO FILANGIERI

È possibile visualizzare la ricostruzione in 3D di un busto e una scultura del Museo Civico Gaetano Filangieri.

Titolo: RITRATTO DI ORAZIO GIOVAN BATTISTA RAVASCHIERI (?)
Autore: Giulio Mencaglia (attr.)
Data: ante 1645

Titolo: ERCOLE E IL LEONE
Autore: Lorenzo Vaccaro (attr.)
Data: 1695 c.ca

MUSEO CIVICO "G. FILANGIERI"

È possibile visualizzare alcuni modelli del museo.

MORRA DE SANCTIS

È possibile visualizzare la ricostruzione in 3D del Campanile di Morra de Sanctis (AV), come era e come è oggi.

TORELLA DEI LOMBARDI

È possibile visualizzare la ricostruzione in 3D della Fontana monumentale e della Tomba del Moro in Torella dei Lombardi (AV)

ami kids
ami game
ami movie
ami tech